Crea sito

Chievo vs Lazio 3-1

 

chi-laz-marazzina
Marazzina apre le danze

Chievo ammazza grandi, continua a stupire e a far notizia la squadra della diga. Non c’è ne per (quasi) nessuno. Fa divertire con un “calcio champagne” che attira molti tifosi allo stadio da tutto il mondo. Chievo international !!!

 

Chievo (4-4-2): Lupatelli 6.5, Moro 5, D’Angelo 5, Lanna 5, D’Anna 5, Eriberto 6.5 (40′ st Lorenzi), Perrotta 6, Corini 7.5, Manfredini 5 (1′ st Cossato 5), Corradi 5.5, Marazzina 6 (34′ st Barone) (67 Ambrosio, 66 Legrottaglie, 7 Barone, 19 Franceschini, 33 Beghetto). Allenatore: Del Neri 5.5.

Lazio (4-4-1-1): Peruzzi 6, Pancaro 5.5, Negro 5, Couto 5.5, Cesar 5.5, Castroman 6, (28′ st Mendieta 5), Giannichedda 6, Baggio D. 5 , Stankovic 6, Fiore 6.5 (34′ st Inzaghi), Lopez 7. (1 Marchegiani, 2 Colonnese, 25 Comazzi, 17 Gottardi, 33 Evacuo). Allenatore: Zaccheroni 6.

Arbitro: Collina di Viareggio 5.

Angoli: 5 a 4 per la Lazio

Recupero: 1′ e 3′.

Note – ammoniti: Negro e Cossato per gioco falloso; spettatori: 16 mila circa.

i gol

7′ pt – l’azione nasce da uno scambio tra Giannichedda e Pancaro che serve Fiore, palla dentro per Lopez e tocco di sinistro dell’attaccante che anticipa Lupatelli.

1′ st – Corini riprende una respinta laziale su precedente corner, e crossa dentro, Marazzina sfiora, la palla rimbalza su una gamba di Corradi e torna a Marazzina che appostato sul palo mette dentro.

32′ st – su cross di Eriberto, Corradi sbaglia l’impatto sulla palla, arriva Corini che tira una prima volta, il pallone e’ respinto ma e’ ancora Corini a ribattere in rete.

43′ st – Collina fischia il rigore per un fallo in area di Negro che interviene su Corradi; dal dischetto segna Corini.

 

 

Milan-Chievo 3-2 : altro rigore inventato

 

milan-chievo2

Il Chievo da spettacolo ed è bello da vedere. Gioca senza timori reverenziali e questo fatto da fastidio alle grandi che devono vincere “sempre”. Peccato perchè un Cesari in gran forma compensa il Milan rimasto in 10 per l’infortunio di Inzaghi.
Il Chievo perde ma con tutti gli onori del caso e con i complimenti del mondo intero !!!

Milan (4-3-1-2): Abbiati 6.5, Helveg 6, Laursen 5 (1′ st Costacurta 6.5), Chamot 6, Maldini 7, Gattuso 6, Donati 5.5 (14′ st Contra 6), Serginho 6.5 (1′ st Kaladze 6.5 ), Rui Costa 5.5, Shevchenko 6.5, Inzaghi 6.5 (1 Rossi, 25 Roque Junior, 21 Pirlo, 69 Simone). All. Ancelotti 6.5.

Chievo (4-4-2): Lupatelli 6, Moro 6, D’Angelo 6, D’Anna 5, Lanna 6.5, Eriberto 6, Perrotta 6, Corini 6.5 (24′ st Cossato sv), Manfredini 6 (20′ st Franceschini 6), Corradi 6.5, Marazzina 6.5 (28′ st Binotto sv) (67 Ambrosio, 7 Barone, 25 Lorenzi, 33 Beghetto). Allenatore: Del Neri 6.5.

Arbitro: Cesari di Genova 4.
Angoli: 6-5 per il Chievo.

Recupero: 1′ e 4′.
Ammoniti: Corradi, Eriberto, Corini

Spettatori: 60 mila.

note: il Milan, che aveva esaurito i tre cambi a disposizione, ha giocato in 10 uomini dal 16′ st per infortunio di Inzaghi (scontro con Lupatelli), uscito definitivamente a braccia dal terreno di gioco al 22′.

I gol:

15′ pt: classica azione di Serginho, che sulla sinistra va via a Eriberto e Moro per crossare sotto porta dal fondo. Altrettanto classica la conclusione di Pippo Inzaghi, che in perfetta elevazione schiaccia in rete di testa. Il Chievo non protesta, ma la tv dira’ che e’ fuorigioco.

26′ pt: azione bruciante del Chievo, con Manfredini che da sinistra lancia con un rasoterra filtrante Marazzina. L’attaccante evita il recupero di Chamot e con un non facile diagonale fa secco Abbiati in lenta uscita.

29′ pt: Corini crossa dall’angolo e Corradi, lasciato libero davanti ad Abbiati, centra di testa la porta rossonera.

13′ st: calcio di rigore per il Milan per un fallo in area fantasma (forse di Eriberto sull’ucraino?). Sheva batte rasoterra in rete alla destra di Lupatelli.

20′ st: cross in profondita’ di Rui Costa dalla destra, Shevchenko in corsa gira di testa in rete.

 

 

Il Chievo mata el Toro: 3-0

 

chi-tor-eriberto
Gol di Eriberto

 

 

Chievo (4-4-2): Lupatelli 7.5, Moro 6.5, D’anna 6.5, D’angelo 6, Lanna 6, Eriberto 6.5, Perrotta 6, Corini 6.5, Manfredini 7 (40′ St Mayele’ Sv), Corradi 6 (43′ St Beghetto Sv), Marazzina 7 (21′ St Cossato 6). (67 Ambrosio, 7 Barone, 18 Foglio, 25 Lorenzi). All. Del Neri 7.

Torino (3-5-2): Bucci 5.5, Galante 5, Fattori 5.5, Delli Carri 6, Asta 6.5, Cauet 5.5 (35′ St Vergassola Sv), Maspero 5 (27′ St Scarchilli Sv), De Ascentis 6 (1′ St Garzya 5.5), Mezzano 6, Lucarelli 5.5, Ferrante 5 (16 Sorrentino, 3 Comotto, 10 Brambilla, 11 Osmanovsky). All. Camolese 6.

Arbitro: Collina di Viareggio 6.5

Angoli: 6-5 per il Chievo

Recuperi: 1′ e 3′

Ammoniti: D’angelo, Moro, Delli Carri, Lanna per gioco falloso; Eriberto per proteste

Spettatori: 16.521, per un incasso di 4 milioni 870.000.

I gol:

30′ pt: Manfredini riceve sulla destra, attira a se due avversari e appoggia a Corini che lancia teso. La testa di Marazzina, lasciato solo, e’ puntuale e non c’e’ nulla da fare per Bucci.

6′ st: Eriberto fa il centometrista lasciando sul posto Delli Carri, il cross trova pronto Manfredini che batte a rete di testa.

37′ st: Manfredini restituisce il favore a Eriberto: riceve da D’Angelo e mette a centro area un pallone forte e teso che Eriberto deposita in rete.

 

 

Vittoria rubata contro la Juve

 

juv-chi-marazzina
Buffon battuto la prima volta

Il Chievo perde al “Delle Alpi” , ma vale la pena parlare di questa partita che a nostro avviso è stata una vera ladrata. Il Chievo si trova in vantaggio con una splendida doppietta di Marazzina e con relative splendide azioni: colpo di tacco di Eriberto – lancio di Perrotta e tiro gol di Massimo Marazzina.
Purtroppo la Juve si trova a vincere immeritatamente: il gol del pareggio è in netto fuorigioco e il rigore della vittoria inesistente. Ne parlano giornali e televisioni di tutto il mondo ma il risultato ingiusto rimane La digintà e l’orgoglio però ne escono vincitori !

 

 

juv-chi-marazzina4
doppietta di Marazzina

 

Juventus (4-4-2): Buffon 5, Zenoni 5.5 (1′ St O’neill 6.5), Thuram 6, Iuliano 6, Pessotto 6, Zambrotta 6, Tudor 6.5, Tacchinardi 6, Nedved 6.5, Trezeguet 5 (15′ St Salas 6.5), Del Piero 6 (31′ St Amoruso Sv) (22 Carini 2 Ferrara 4 Montero 15 Birindelli). All. Marcello Lippi 6.5.

Chievo (4-4-2): Lupatelli 6.5, Moro 6, D’ Angelo 5.5, D’ Anna 6, Lanna 6, Eriberto 6 (21′ St Lorenzi 6), Perrotta 6.5, Corini 6, Manfredini 6 (5′ St Zanchetta 5.5) Marazzina 7 (18′ St Cossato 5), Corradi 6 (67 Ambrosio 66 Legrottaglie 7 Barone 90 De Cesare). All. Luigi Del Neri 6.

Arbitro: Bolognino di Milano 6

Angoli: 5-2 per la Juventus

Recupero: 2′ e 5′.

Ammoniti: Tudor, Tacchinardi, Salas, Perrotta, Corradi e Cossato per gioco scorretto, Lupatelli e Marazzina per comportamento non regolamentare, D’angelo per proteste.

Spettatori: 40 mila

I gol

9′ pt – su angolo di Corini, Buffon anticipa tutti, ma il pallone gli scivola via maldestramente: tocco di Marazzina e Chievo in vantaggio.

19′ – strepitosa azione veronese: tacco di Eriberto, cross radente di Perrotta e Marazzina insacca sul primo palo.

21′ – Tacchinardi riprende una respinta corta della difesa e al volo, d’esterno destro, segna sotto la traversa.

42′ – angolo di Del Piero, Tudor svetta di testa, anticipando l’uscita di Lupatelli.

38′ st – mani in area del Chievo dopo la traversa colpita da Salas: Bolognino assegna il rigore, che il cileno realizza con un tiro all’incrocio, alla sinistra di Lupatelli.