Crea sito

Roma – Chievo 0-1 = Salvezza !

roma-chievo

E’ fatta, un’altro scudetto per il Chievo: l’ 11° per la precisione !
Solo chi ama veramente questa squadra e questa società può capire cosa significhi la parola salvezza.
Noi non lo abbiamo mai fischiato (ne andiamo fieri) , perchè capiamo gli sforzi, gli intoppi e i vari problemi che ci possono essere nel mettere in campo ogni Domenica 11 giocatori in buona salute psico-fisica.

Che bel regalo, grazie, mille volte grazie ! A tutti quelli che hanno fatto sì che tutto questo potesse accadere…e continuare !

grazie-chievo

Roma(3-4-1-2): Lobont; Marquinhos, Burdisso, Castan; Piris (55′ Florenzi), De Rossi, Pjanic (72′ Lamela) , Dodò; Totti; Osvaldo, Destro (77′ Bradley). A disp.: Goicoechea, Svedkauskas, Torosidis, Romagnoli, Marquinho, Taddei, Perrotta, Tachtsidis, Lopez. All.: Andreazzoli.

Chievo (5-3-2): Puggioni; Frey (68′ Sardo), Andreolli, Dainelli, Cesar, Luciano (73′ Seymour); Cofie, Guana, Hetemaj; Thereau, Stoian (82′ Vacek). A disp.: Ujkani, Squizzi, Dramé, Sampirisi, Papp, Farkas, Jokic, Samassa. All.: Corini.

Arbitro: Peruzzo

Marcatori: 90′ Thereau

Ammoniti: Piris (R); Luciano, Stoian, Papp (C)

Siena – Chievo 0-1

siena-chievo-pellissier
Sergio segna il gol della vittoria e della salvezza 2103

Pellissier al minuto 45 del primo tempo, ipoteca la salvezza del Chievo 2013.
Uno splendido gol di punta del capitano batte l’incolpevole Pegolo. Il Chievo ai punti merita la vittoria se guardiamo le occasioni create e le parate-salva-risultato dei rispettivi portieri.

A “rovinare” la vittoria del Chievo ci sono le polemiche per il gol del pareggio annullato al Siena per fallo. A creare confusione sono l’arbitro Valeri che prima convalida il gol e poi su segnalazione di Rizzoli (quarto uomo) annulla per fallo del centrale del Siena.

Il Chievo resiste agli attacchi senesi e Pegolo si esalta su Thereau su colpo di testa ravvicinato.

E’ festa per il Chievo !!!

Addio calcio giocato !

addio_calcio

È la fine del calcio, e non è una novità, oggi però abbiamo deciso di parlarne.

Molti di noi amano questo bel gioco sin da quando erano bambini, non vediamo l’ora di vedere le competizioni internazionali: coppe, europei o mondiali.  Perché ? Semplice, perché lì vedi il bel gioco,  senza tuffi, quello giocato e quello non condizionato, per dirla tutta.

Proporrei una nuova regola: qualsiasi tesserato (giocatori, presidenti, delegati, ecc) che fa dichiarazioni e pressioni sugli arbitri mediante giornali o televisioni, prima o dopo una partita, viene penalizzato con lo 0-3 a tavolino.

Interessante non è vero ?Chi ha orecchi intenda !

chievo – napoli 2-0

Dramè esulta dopo il gol
Dramè esulta dopo il gol

Grandioso Chievo, senza paura e giocando una partita spettacolare (magari giocasse sempre così) batte il Napoli e mette una buona ipoteca alla salvezza.
Anche se il modulo 5-3-2 non ci piace molto, possiamo dire che è stato assimilato dai giocatori e inizia a portare i suoi frutti. Dramè deve giocare sempre, il Chievo “piangeva” un tiratore da fuori, fin dai tempi di Zanchetta, ora che se ne scopre uno è chiaro che bisogna darli continuità.
Che dire di Puggioni ? Siamo sempre stati dell’idea che era il sostituto ideale e all’altezza di Sorrentino, bravo ed in crescita siamo certi che diventerà la bandiera del Chievo di domani.

 

CHIEVO (5-3-2): Puggioni 7.5; Frey 6, Dainelli 6, Andreolli 6.5, Cesar 6, Dramè 7 (28′ st Jokic sv); Cofie 6.5, Rigoni 6.5, Hetemaj 6.5; Thereau 6.5 (12′ st Luciano 6), Paloschi 6.5 (37′ st Pellissier sv). (18 Squizzi, 88 Ujkani, 5 Guana, 7 Seymour, 11 Samassa, 17 Sampirisi, 27 Gabriel Hauche, 33 Papp, 39 Stojan). All.: Corini 7.

NAPOLI (3-4-1-2): De Sanctis 5; Campagnaro 5, Rolando 5, Gamberini 5 (1′ st Dzemaili 5); Maggio 5, Behrami 5, Inler 5 (12′ st Armero 5.5), Zuniga 5 (18′ st Pandev 5.5); Hamsik 5; Insigne 5.5, Cavani 5. (22 Rosati, 15 Colombo, 2 Grava, 16 Mesto, 4 Donadel, 13 El Kaddouri, 9 Calaio’). All.: Mazzarri 5.

Arbitro: Rocchi di Firenze 6.5.
Reti: nel pt 12′ Dramè (C), 43′ Thereau (C).

Note: al 13′ st Puggioni ha parato un penalty calciato da Cavani. Spettatori 12 mila circa.