Crea sito

Il punto sul Chievo dopo sei giornate

Maxi Lopez festeggia il suo primo gol con il Chievo al S.Paolo
Maxi Lopez festeggia il suo primo gol con il Chievo al S.Paolo

l Chievo sembra iniziare il campionato con un piglio diverso rispetto lo scorso anno, un successo contro il Napoli al S.Paolo fa ben sperare e da fiducia al gruppo di Corini. Va a segno il neo acquisto Maxi Lopez e con il miracolo di Bardi che para un rigore a Higuain il Chievo porta a casa i primi tre punti. Napoli 0 Chievo 1 

Cassano esulta per i gol vittoria
Cassano esulta per i gol vittoria

Arriva il Parma al Bentegodi si gioca alle 12,30 con un clima estivo. Il Chievo gioca bene e corre molto,va a segno con Izco appena dopo 4 minuti di gioco. Nella ripresa arriva sistematicamente un crollo fisico e il Parma infila nel giro di pochi minuti tre gol: Cassano-Coda-Cassano.  Corini & C. sono alle corde troppo stanchi per rimontare se non con il neo entrato Paloschi ma oramai è troppo tardi. Chievo 2 Parma 3 

Si va a Genova contro la Sampdoria, non c’è storia perchè siamo messi sotto senza dare l’impressione di poter far male. Gastaldello e Romagnoli a segno per la Samp, Paloschi al 90° per il Chievo. Samp 2 Chievo 1 

Meggiorini festeggia il primo gol con il Chievo
Meggiorini festeggia il primo gol con il Chievo

Arriva il momento della verità, perchè l’Empoli è alla tua portata e se non vinci in casa contro una tua diretta concorrente alla salvezza allora siamo sulla stessa (brutta) strada dello scorso anno. Il Chievo corre sempre molto nel primo tempo, anche se crea poco o nulla di pericoloso. Nella ripresa arriva sempre il grande calo fisico e mentale. Ci pensa Meggiorini appena entrato ad andare a segno (primo gol con il Chievo). Sembra fatta, già sembra, perchè è l’Empoli a risorgere e ad andare a segno con Pucciarelli. Poi è black-out totale per il Chievo che se non perde è per i clamorosi gol sbagliati sotto porta degli attacanti dell’Empoli e per gli straordinari di Bardi. Non è un bel segnale. Chievo 1 Empoli 1

 

Honda in gol su punizione
Honda in gol su punizione

Si va a S. Siro contro il Milan, sperando (di non prenderne troppe), ma si sa che con la speranza non si fa molta strada.
Sinceramente il Chievo gioca una delle sue belle partite, non sbaglia nulla e merita di vincere. Sono gli episodi che decidono il risultato, andando per ordine: il rigore non dato a Maxi Lopez per un evidente pestone in area e l’errore di Lazarevic in contro piede che in tre contro uno del Milan spreca l’occasione per riportare in parità una partita che merita di vincere. Muntari e Honda a segno, ma quanta sfortuna ! Milan 2 Chievo 0

chievo – napoli 2-0

Dramè esulta dopo il gol
Dramè esulta dopo il gol

Grandioso Chievo, senza paura e giocando una partita spettacolare (magari giocasse sempre così) batte il Napoli e mette una buona ipoteca alla salvezza.
Anche se il modulo 5-3-2 non ci piace molto, possiamo dire che è stato assimilato dai giocatori e inizia a portare i suoi frutti. Dramè deve giocare sempre, il Chievo “piangeva” un tiratore da fuori, fin dai tempi di Zanchetta, ora che se ne scopre uno è chiaro che bisogna darli continuità.
Che dire di Puggioni ? Siamo sempre stati dell’idea che era il sostituto ideale e all’altezza di Sorrentino, bravo ed in crescita siamo certi che diventerà la bandiera del Chievo di domani.

 

CHIEVO (5-3-2): Puggioni 7.5; Frey 6, Dainelli 6, Andreolli 6.5, Cesar 6, Dramè 7 (28′ st Jokic sv); Cofie 6.5, Rigoni 6.5, Hetemaj 6.5; Thereau 6.5 (12′ st Luciano 6), Paloschi 6.5 (37′ st Pellissier sv). (18 Squizzi, 88 Ujkani, 5 Guana, 7 Seymour, 11 Samassa, 17 Sampirisi, 27 Gabriel Hauche, 33 Papp, 39 Stojan). All.: Corini 7.

NAPOLI (3-4-1-2): De Sanctis 5; Campagnaro 5, Rolando 5, Gamberini 5 (1′ st Dzemaili 5); Maggio 5, Behrami 5, Inler 5 (12′ st Armero 5.5), Zuniga 5 (18′ st Pandev 5.5); Hamsik 5; Insigne 5.5, Cavani 5. (22 Rosati, 15 Colombo, 2 Grava, 16 Mesto, 4 Donadel, 13 El Kaddouri, 9 Calaio’). All.: Mazzarri 5.

Arbitro: Rocchi di Firenze 6.5.
Reti: nel pt 12′ Dramè (C), 43′ Thereau (C).

Note: al 13′ st Puggioni ha parato un penalty calciato da Cavani. Spettatori 12 mila circa.