Crea sito

Il Derby numero 17 al Chievo

E’ il derby numero 17 tra Chievo ed Hellas. Sette vittorie del Chievo sei del Verona e 4 pareggi.
E’ il Verona che parte con maggiori motivazioni , data la prima vittoria ottenuta in casa con il Benevento.
Detto fatto che al 6° del primo tempo da una serie di rimpalli, Verde mette a segno un gol facile. Sulle ali dell’entusiasmo si accende un bellissimo derby che azzera la classifica e mette in cantina le paure e i buoni propositi fatti in settimana.

Durano solo 17 i minuti di vantaggio del Verona – come i derby giocati – Inglese di testa la mette sotto le gambe del povero e incolpevole Nicolas.  
E’ un pareggio che fa ritornare il Verona in uno stato di  paura/insicurezza e il Chievo lo capisce molto bene. La difesa veronese traballa e fa quel che può dato gli assenti importanti –  Zuculini causa il rigore mettendo giù Hetemaj e Inglese trasforma. E’ vantaggio Chievo, che partita !

Zuculini per doppio giallo lascia i suoi compagni a soffrire per tutto il secondo tempo , ma l’Hellas non molla e sempre su rigore (dubbio secondo Sky) ritorna in parità. Pazzini gol !

E’ una partita del cuore da parte dell’Hellas che però non può fare nulla contro una squadra  forte e bene messa in campo come quella di Maran.
Il Chievo fa molto possesso palla e non è mai schiaccito in difesa, sempre padrone della situazione e fisicamente a posto. Il gol sembra nell’aria ed arriva dal capitano Sergio Pellissier che mette dentro un cross perfetto del “solito grande” Cacciatore. 

 

 

CHIEVO-VERONA 3-2
6′ Verde (V), 23′ e 30′ su rig. Inglese (C), 55′ rig. Pazzini (V), 73′ Pellissier (C)

Tabellino
Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Gamberini, Dainelli, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa; Pucciarelli (62′ Pellissier), Inglese (80′ Stepinski).
All. Maran

Verona (4-3-3): Nicolas; Caceres, Souprayen, Caracciolo, Fares; Romulo, B. Zuculini, Bessa; Cerci (46′ Buchel), Pazzini (70′ Kean), Verde 77′ Lee). 
All. Pecchia

Note: espulso Zuculini al 41° del primo tempo per doppio giallo.

cena 2016

cena-collage-2016

Martedì 3 Maggio 2016 – cena storica per il fansclubchievo.

Dopo anni di cene memorabili ha deciso di chiudere alla grande !

Abbiamo avuto il privilegio di avere come ospite il capitano Sergio Pellissier assieme ad una promessa del calcio, Roberto Inglese.
E’ stata una bella serata, abbiamo avuto il piacere di avere come ospite Luca dei Sonohra e in collegamento telefonico la mitica Suor Nausicaa. Risate , buon cibo e una bella compagnia hanno fatto da ingredienti ad un’altra mitica cena !

 

 

Mirino da ricalibrare alla 12 ̂ giornata

palermo-chievo-gila

Il Chievo non è più l’arma letale di inizio campionato, si è inceppato qualche meccanismo. Paloschi alterna momenti di gloria facendo con “gol difficili” , a momenti imbarazzanti, sbagliando gol che hanno dell’ incredibile.
Con il Palermo hai 6 palle gol che non sfrutti e per la solita legge del calcio, prendi gol alla prima occasione degli avversari. C’è da riflettere e da capire cosa cambiare.

Ritornato Radovanovic dall’infortunio, il Chievo sembra essere (purtroppo) ritornato alla normalità: gioco prevedibile e non più velocissimo nelle ripartenze. Rigoni a parer nostro, era più adatto per il gioco veloce dei giallo-blù.
Pellissier da sempre l’impressione, quando gioca, di farsi trovare sempre al posto giusto per colpire, vedi Genova: con un colpo di tacco da manuale, segna il gol del momentaneo pareggio. Dovrebbe essere inserito prima per dargli tempo di entrare nel ritmo partita, non può fare sempre i miracoli giocando solo gli ultimi 15 minuti !
Siamo curiosi di vedere se mister Maran ha il coraggio di fare questi cambiamenti, lasciando fuori anche i senatori, se necessario !

Finisce 2-2 il derby tra Chievo-Hellas

Pellissier, primo gol al derby.
Pellissier, primo gol al derby.

E’ stato un derby divertente ed entusiasmante, in una cornice di pubblico mozzafiato in una splendida giornata di sole primaverile. Il sesto derby di Verona nella massima serie.
Il Chievo recrimina per un rigore non concesso da Rizzoli (fallo di Jankovic) e la netta sensazione di aver lasciato due punti per strada. Essendo obiettivi l’ago della bilancia è dalla parte del Chievo che crea diverse occasioni senza però concretizzare.
Per le statistiche è il primo gol di Sergio Pellissier nel derby cittadino, un’altro traguardo per il capitano giallo-blù oltre che uomo-assist in occasione della marcatura di Paloschi.

 

IL TABELLINO

CHIEVO-VERONA 2-2
Chievo (4-4-2):
Bizzarri 6; Schelotto 6,5, Dainelli 6,5, Cesar 5,5, Biraghi 6 (39′ st Sardo sv); Birsa 6 (14′ st Botta 6), Radovanovic 6, Izco 6, Hetemaj sv (13′ Cofie 5,5); Paloschi 7, Pellissier 6,5
A disp.: Bardi, Seculin, Gamberini, Frey, Meggiorini, Christiansen, Fetfatzidis, Pozzi, Vajushi. All.: Maran 6,5

Verona (4-3-3): Rafael 5,5; Pisano 5,5, Rodriguez 4,5, Moras 5, Agostini 5; Obbadi 5,5, Tachtsidis 6, Halfredsson 7 (21′ st Campanharo 6; 43′ st N. Lopez sv); Jankovic 6, Gomez 6,5 (21′ st Valoti 6), Toni 7.
A disp.: Benussi, Gollini, Sorensen, Martic, Marques, Christodoulopoulos, Nico Lopez, Fares, Fernandinho, Saviola. All.: Mandorlini 5,5

Arbitro: Rizzoli

Marcatori: 9′ Paloschi, 40 rig. Pellissier (C); 19 J. Gomez, 26 Toni (V)

Ammoniti: Hetemaj, Schelotto, Cesar (C); Jankovic, Obbadi, Toni, J. Gomez, Tachtsidis (V)

Espulsi: nessuno