Crea sito

BOLOGNA – CHIEVO 3-1

bologna_chievoPomeriggio da caminetto e castagne, un plauso a tutti i nostri tifosi che hanno seguito il Chievo in una Bologna “allagata”. Tempo da lupi insomma sotto tutti i sensi.
Purtroppo abbiamo trovato un Bologna motivatissimo e capace di sfruttare al meglio ogni palla gol, il Chievo invece non ha saputo o potuto, sfruttare quelle tre occasioni limpide che ci avrebbero dato un punticino d’oro.
Sinceramente però, il Bologna dal punto del gioco espresso e dalle occasioni viste ha meritato la vittoria, non ha rubato nulla.
Da segnalare che il Dall’Ara nel secondo tempo era una risaia rendendo difficile anche il più semplice dei passaggi, difficile rimontare una partita su un campo così.
Cossato ha avuto due splendide occasioni, la prima fermata in modo falloso da Zanchi, che è stato giustamente espulso, l’altra con un colpo di testa sventato da un Pagliuca super.
Ancora una volta il Chievo non riesce a pungere e “far male” agli avversari, peccato dovremmo essere più concreti sotto porta, non è facile…ma ci riusciremo, coraggio !!!
Un consiglio a tutti i tifosi del Ceo, piccoli e grandi che siano,
incoraggiamo tutti assieme la nostra grande squadra, non insultiamo gli avversari, distinguiamoci dalla massa !!!
Reti:

02′ p.t. Signori (Bologna)
17′ p.t. Tare (Bologna)
33′ p.t. Santana (Chievo)
44′ p.t. Nervo (Bologna)

CHIEVO – UDINESE 0-0

chievo_udineseArbitra Bolognino, maglie degli avversari a striscie verticali color bianco-nero. Si salvi chi può !!!
La vecchia comincia ad agitarsi, tra il litro di thè caldo che si è scolata per scaldarsi e la paura per l’arbitraggio non la tengo più. Penso prorpio che la prossima volta le offrirò un viaggio aereo per una vacanza in Medio Oriente.

Arriva il tanto sospirato fischio d’inizio e la tensione “per fortuna” sfocia in urli ed insulti nei confronti del “povero” Bolognino, colpevole di non fischiare i troppi falli dei bianco-neri, “và a ramengo…slandron” , tanto per farvi un esempio,
ed anche “che te vegnese el fogo de sant’ antonio, così non te cori più“. Nonnaaa smettila, non si riesce a seguire la partita !!!
Con qualche pacchetta sulla schiena (le ho fatto sputare la dentiera), riesco a farla stare zitta.
La partita è a tratti piacevole, anche se il Chievo non punge come dovrebbe, merito dell’Udinese che aggredisce i portatori di palla e gioca quasi sempre di prima. Un pareggio sembra essere il risultato più giusto e vista l’aggressività degli avversari anche un punto d’oro.
La “belva” sembra essersi congelata al punto giusto infatti non rompe quasi più e mi dice:”gò un fredo can, ela mia finia porca eva ? “, decido così di caricarla, ehm….di portarla via qualche minuto prima del fischio finale.

Un punto d’oro tutto sommato, un Chievo ancora una volta in difficlotà a centrocampo e qualche volta anche sulle fascie.
Servirebbe un Corini,…ma si sà che di genio ce n’era uno solo, chissà il Chievo dove sarebbe adesso con Lui !!!

MODENA – CHIEVO 0-3

modena_chievoTortellini in brodo per Lei, lasagna al ragù per il sottoscritto, ovviamente acqua-vino e coperto compreso nel prezzo !
Tranquilli non siamo andati fuori di senno, dovete sapere che la vecchia (ieri era la sua festa) ha voluto venire a Modena a seguire il suo Chievo.
Ho iniziato i preparativi due giorni prima. Da impazzire.
Ha voluto: gruppo elettrogeno in caso di neve, tenda, tegame vario, scatolette, coperte e TV portatile. Siamo partiti all’alba per paura della nebbia ma fortunatamente non ne abbiamo trovata, siamo arrivati a modena verso le 10.30 e ci siamo accampati davanti lo stadio. Lei non capiva perchè ci guardavano ridendo…e ci credo sembravamo due superstiti del Titanic !!!
Arriva finalmente l’ora della partita, lo stadio è al completo tranne la curva del Ceo, ma tranquilli ci pensa “la pazza” a scaldare gli animi. Voleva il megafono come quello della curva del Modena, voleva incitare anche Lei, allora ne ho costruito uno di cartone…non vi dico dove me lo ha tirato.
La partita fila via scorrevole, con qualche occasione da brivido per il Modena per essere sinceri, il Chievo però aspetta il momento giusto per colpire e Cossato vola in alto e trafigge Ballotta. E’ una festa, devo placare “la bestiaccia” che oggi è più scalmanata del solito (le gocce di Valium nel brodo non sono servite a nulla).
Nel secondo tempo la musica non cambia e neanche la rompi della nonna, quando Lanna, servito da Perrotta, spara un bolide all’incrocio dei pali è l’apoteosi !!! Vi posso garantire che vedere una di 83 anni fare le capriole sugli spalti non è da tutti i giorni.
E’ fatta, abbiamo la partita in pugno,anche se Malesani corre ai ripari facendo un paio di cambi, il Chievo è impenetrabile, come il cervello della strega, che al terzo gol di Barzagli accende un bel fuoco in curva e urla: “dai che bruciamo la vecia” tutti la guardano pietrificati. Nonnaaaaa ma vuoi fare la fine di Giovanna D’arco ???
Meno male che il Chievo non ha più segnato altrimenti avrebbe messo lo stadio a ferro e fuoco.

Che gioia, abbiamo vinto sul campo di un’ottima squadra con un pubblico altrettanto ottimo.
Una tifoseria esemplare che trova la forza di cantare anche se sotto di tre gol, senza mai insultare gli avversari. Bravi !!!

Reti:

43′ p.t. Cossato (Chievo)
23′ s.t. Lanna (Chievo)
34′ s.t. Barzagli (Chievo)

nonna
ecco la “belva” della nonna

CHIEVO – ANCONA 1-0

chievo_anconaChe cuore !!! Non avevamo dubbi, leggete pure gli articoli delle partite già disputate, lo sapevamo che il Chievo non era in crisi, abbiamo trovato squadroni che fino a qualche giorno fa avrebbero messo in crisi anche squadre del calibro del Real Madrid. Adesso avanti tutta come al solito, gioco veloce e gol a più non posso.
Lanna ha sfiorato il gol solo per merito del bravo Marcon e non solo lui, quando si dice non vuole proprio entrare !!!
Ci pensa il grande Federico Cossato però a mettere le cose a posto segnando un gol pesante, ci ha fatto proprio un bel regalone. Anche Marchegiani non ha voluto essere da meno parando un rigore che solo il “genio” di Farina poteva aver visto.
Oggi va proprio tutto per il verso giusto e dopo tanto finiamo la partita al gran completo e vincenti.
Il resto della partita è semplice amministrazione, in una giornata umida e fredda ancora una volta il Ceo ci ha scaldato il cuore. Grazie ancora !!!