Crea sito

Il Derby numero 17 al Chievo

E’ il derby numero 17 tra Chievo ed Hellas. Sette vittorie del Chievo sei del Verona e 4 pareggi.
E’ il Verona che parte con maggiori motivazioni , data la prima vittoria ottenuta in casa con il Benevento.
Detto fatto che al 6° del primo tempo da una serie di rimpalli, Verde mette a segno un gol facile. Sulle ali dell’entusiasmo si accende un bellissimo derby che azzera la classifica e mette in cantina le paure e i buoni propositi fatti in settimana.

Durano solo 17 i minuti di vantaggio del Verona – come i derby giocati – Inglese di testa la mette sotto le gambe del povero e incolpevole Nicolas.  
E’ un pareggio che fa ritornare il Verona in uno stato di  paura/insicurezza e il Chievo lo capisce molto bene. La difesa veronese traballa e fa quel che può dato gli assenti importanti –  Zuculini causa il rigore mettendo giù Hetemaj e Inglese trasforma. E’ vantaggio Chievo, che partita !

Zuculini per doppio giallo lascia i suoi compagni a soffrire per tutto il secondo tempo , ma l’Hellas non molla e sempre su rigore (dubbio secondo Sky) ritorna in parità. Pazzini gol !

E’ una partita del cuore da parte dell’Hellas che però non può fare nulla contro una squadra  forte e bene messa in campo come quella di Maran.
Il Chievo fa molto possesso palla e non è mai schiaccito in difesa, sempre padrone della situazione e fisicamente a posto. Il gol sembra nell’aria ed arriva dal capitano Sergio Pellissier che mette dentro un cross perfetto del “solito grande” Cacciatore. 

 

 

CHIEVO-VERONA 3-2
6′ Verde (V), 23′ e 30′ su rig. Inglese (C), 55′ rig. Pazzini (V), 73′ Pellissier (C)

Tabellino
Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Gamberini, Dainelli, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa; Pucciarelli (62′ Pellissier), Inglese (80′ Stepinski).
All. Maran

Verona (4-3-3): Nicolas; Caceres, Souprayen, Caracciolo, Fares; Romulo, B. Zuculini, Bessa; Cerci (46′ Buchel), Pazzini (70′ Kean), Verde 77′ Lee). 
All. Pecchia

Note: espulso Zuculini al 41° del primo tempo per doppio giallo.

Lazio – Chievo 0-1

La cronaca:

Formazione inedita per la Lazio, bla bla bla rinuncia bla bla Klose, mentre Mauri ed Hernanes bla bla bla sono in  panchina. Prima frazione di gioco bla bla bla del laziale Konko e del clivense Paloschi le uniche conclusioni di un primo tempo e bla bla bla con pochi spunti d’interesse. L’inerzia dell’incontro bla bla bla cambia al minuto 61, quando i veneti  Clivensi non veneti please- bla bla bla passano a sorpresa meritatamente in vantaggio: azione strepitosa di Thereau, palla per Jokic che calcia, traversa e Paloschi ben appostato non sbaglia sulla ribattuta, segnando l’1-0 veronese Clivense (ostia dai !) La reazione laziale è bla bla bla e ancora bla bla bla, ma porta solamente ad una conclusione ravvicinata di Dias che bla bla bla e ancora tanti bla bla bla ; ben più pericoloso Mauri alla mezz’ora, che bla bla bla , ma da due passi il numero 6 biancocelste si divora il gol del pareggio e ancora tanti bla bla bla. L’ultimo ad arrendersi è Hernanes: il Profeta cerca (ma non trova) l’incrocio dei pali, palla fuori di poco e tanti bla bla bla e tanti vaffa….

Il Chievo fa l’impresa: Lazio battuta dai che godiamo !

Bla bla bla a tutti e lassa che i diga, la squadra mejo lè quela de la Diga !!!